Prugne

There are 4 products.
Prugne

Già i Galli coltivavano le prugne, ma furono i Romani a diffonderne la coltivazione nell’impero e ad introdurre la tecnica dell’essicazione. Diffusa soprattutto in Francia ma presente comunque in tutta Europa, l'esportazione delle piante (clone ente 707) nel diciannovesimo secolo ad opera di un francese verso la California ne determinò, come avvenuto per altri frutti, lo sviluppo e la coltivazione intensiva. Nonostante sia questo Stato a detenere oggi la produzione più elevata al mondo, la Francia è rimasta il secondo operatore mondiale grazie alla qualità ed alla difesa dell'origine protetta della sua Prugna d'Agen. Si riscontrano produzioni anche nell'Europa balcanica soprattutto in Serbia e Bulgaria. Recentemente anche Argentina e Cile stanno proponendo il loro prodotto su larga scala.

L'essiccazione delle prugne avviene in forni specifici dove vengono introdotte non appena arrivate dai campi e dove restano per 24 ore a temeprature comprese fra i 50° e 74°. In questo modo si ottiene il prodotto essiccato in condizione naturale che viene stockato e reidratato successivamente per renderlo pronto al consumo con le sue caratteristiche di morbidezza e dolcezza.

Le prugne secche sono note per le loro proprietà lassative, ma è meno nota la loro principale proprietà: sono l’alimento che contiene in assoluto la maggiore quantità di sostanze antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi responsabili di molte malattie degenerative e dell’invecchiamento dell’organismo. Ricche di potassio, e ferro, vitamina B1 e tiamina, vitamine essenziali per l’utilizzo degli zuccheri nelle cellule e la trasformazione in energia. Adatte agli sportivi, la prugna permette di compensare la perdita d’acqua e di sali minerali consumati dallo sforzo e la sua assimilazione lenta permette di restituire energia durevole senza reazioni ipoglicemiche.